Forsan Hennè Rosso Egiziano e Nero dalla consistenza sabbiosa

Condivisione di opinioni e consigli su cosmetici utilizzati.
Rispondi

Quanto ti ha soddisfatto il prodotto?

Puoi scegliere tra 1

 
 
Guarda risultati

melania
Utente registrato
Messaggi: 7
Iscritto il: 15/01/2017, 19:50
Contatta:

Forsan Hennè Rosso Egiziano e Nero dalla consistenza sabbiosa

Messaggio da melania » 03/01/2018, 20:36

Ciao a tutti i lettori del forum siiecobio!
Da un anno mi sono convertita alle tinte per capelli a base di hennè. All'inizio non ne sapevo molto ed ho cercato informazioni su come si utilizzano e quali sono le migliori, poi ho fatto i primi tentativi e grazie ai consigli che ho ricevuto sono riuscita ad avere il risultato di colore che volevo e a coprire i capelli bianchi in modo 100% naturale senza l'uso di tinture che mi stavano rovinando i capelli.

Fra gli hennè che ho provato prima di trovare quelle che andavano bene per me, c'è stata la Forsan - La Tradizione Erboristica.
Siccome erano le prime volte che facevo l'hennè e dovevo coprire i capelli bianchi, ho dovuto fare più di un passaggio con percentuali diverse di hennè Lawsonia e Indigofera.
Avendo trovato al supermercato la marca Forsan ho deciso subito di acquistarla per miscelarla ed ho comprato l'hennè rosso egiziano e il nero (poi ho capito perché costavano meno degli altri! :-? ).
Ho messo le percentuali che mi erano state consigliate per avere una coprenza ottimale, ma da subito ho notato che le polveri erano molto granulari e sabbiose, non sono riuscita a fare un buon impasto cremoso. Tuttavia pensando fosse normale perchè ero poco esperiente, ho applicato la miscela e tenuta in posa come da istruzioni. Sui capelli l'impacco era polveroso e sembrava seccarsi.
Infine passo al lavaggio ed è stata un'avventura, non si toglieva mai del tutto, mi sono ritrovata con i capelli tutti impastricciati di terriccio che ci ha messo parecchio a togliersi del tutto, ho dovuto usare moltissimo balsamo. [''](

Il risultato non è stato eccezionale, ma essendo la prima volta sapevo di non potermi aspettare subito quello che volevo.
Non mi sono arresa e per fortuna nei giorni successivi ho rifatto l'henne usando quello sfuso acquistato in erboristeria ed ho notato subito la differenza: l'impasto è subito diventato cremoso e facile da stendere, non si è seccato sui capelli ed è stato facile da sciacquare via.
Il colore e la copertura dei bianchi stavolta è stata migliore (poi ho imparato a miscelare le giuste proporzioni per coprire molto bene i capelli bianchi).

Conclusione: gli hennè buoni si notano subito dalla consistenza che NON DEVE ESSERE SABBIOSA! Non devono contenere picramato e danno dei risultati ottimi già alle prime applicazioni se si sanno miscelare bene.

Sconsiglio per mia esperienza diretta e personale gli hennè Forsan, soprattutto a chi è alle prime armi con la colorazione a base di polveri tintorie perché è scoraggiante trovarsi con un impasto che sembra non togliersi mai dai capelli e non avere il risultato che ci si aspetta. Se si deve cominciare ad usare l'hennè è meglio affidarsi a quelli migliori, informandosi, cercando opinioni e se andate in erboristeria ad acquistare quello sfuso, fatevi assicurare dall'erborista che non contenga picramato.

Metto gli ingredienti dei due hennè La Tradizione Erboristica Forsan.

Hennè Rosso Egiziano
Lawsonia Inermis Leaf Powder.
henne_rosso_egiziano_Forsan.jpg
henne_rosso_egiziano_Forsan.jpg (62.99 KiB) Visto 1658 volte

Hennè Nego Indigofera Tinctoria
Indigofera Tinctoria Leaf Powder, Haematoxylon Campechianum Powder, Juglans Regia Shell Powder, Ferrous Sulfate.
henne_nero_Forsan.jpg
henne_nero_Forsan.jpg (61.02 KiB) Visto 1658 volte
:?: Non ho nemmeno capito perchè in quello nero aggiungono il Ferrous Sulfate.



Tags:

Booking.com
laurab
Utente registrato
Messaggi: 30
Iscritto il: 28/02/2017, 16:42
Contatta:

Re: Forsan Hennè Rosso Egiziano e Nero dalla consistenza sabbiosa

Messaggio da laurab » 04/01/2018, 16:38

melania ha scritto:
03/01/2018, 20:36
Metto gli ingredienti dei due hennè La Tradizione Erboristica Forsan.

Hennè Rosso Egiziano
Lawsonia Inermis Leaf Powder.
henne_rosso_egiziano_Forsan.jpg


Hennè Nego Indigofera Tinctoria
Indigofera Tinctoria Leaf Powder, Haematoxylon Campechianum Powder, Juglans Regia Shell Powder, Ferrous Sulfate.
henne_nero_Forsan.jpg

:?: Non ho nemmeno capito perchè in quello nero aggiungono il Ferrous Sulfate.
Ciao melania,
il solfato di ferro ha più di un utilizzo fra cui: "si utilizza per acidificare terreni molto alcalini, o ricchi di calcare, o come fertilizzante rinverdente, su piante affette da clorosi ferrica" (fonte: giardinaggio.it)

Si utilizza per i concimi di piante e fiori.
Si utilizza come integratore alimentare per gravi carenze di ferro e anemie.

Su Wikipedia c'è scritto:
"Il solfato ferroso (o vetriolo verde) è il sale di ferro (II) dell'acido solforico.

A temperatura ambiente si presenta come un solido blu-verde inodore. È un composto nocivo.

È usato in fotografia analogica per la preparazione del rivelatore all'ossalato per il procedimento al collodio umido e per lo sviluppo delle emulsioni fotografiche al bromuro.

Si adopera inoltre, assieme a tannini, gallotannini o acido gallico, per la preparazione degli inchiostri ferrogallici, di un nero assai puro e, una volta essiccati sulla carta insolubili in acqua e indelebili.

Il solfato ferroso monoidrato viene anche utilizzato come additivo nell'alimentazione degli animali (composto di oligoelementi) per la formulazione di determinati mangimi. Gli additivi per mangimi, per essere autorizzati come tali, devono essere inseriti nell'apposito registro degli additivi per mangimi della Comunità Europea. Il solfato ferroso monoidrato in tale registro è codificato tra gli additivi nutrizionali (Categoria 3, gruppo b))in relazione a quanto stabilito dalla normativa del settore della Comunità Europea (Reg. CEE 1831/2003 e successive modifiche ed integrazioni)."


Ho trovato anche delle schede tecniche di produttori in cui si evince che classificato pericolo ai sensi delle disposizioni di cui alle direttive 67/548/CEE e 1999/45/CE e successive modifiche e adeguamenti. E' nocivo per ingestione e vi è rischio di gravi lesioni agli occhi. Se cerchi su internet si trovano diverse schede di sicurezza sul solfato ferroso (anche se penso che i pericoli si riferiscono al contatto diretto con dosi elevate). L'utilizzo per la maggior parte è per concime contro gli ingiallimenti.

A grandi quantità può essere irritante per la pelle, di sicuro nei prodotti cosmetici sarà dosato nelle quantità regolamentate ed ho letto che dovrebbe essere allo 0,1% nell'hennè Forsan. Penso che lo aggiungano per ottenere maggiore resa nel colore dell'Indigofera e fare in modo che tinga bene di nero.
Personalmente non mi piace aggiunto a un prodotto che dovrebbe tingere in modo naturale! :stare:



melania
Utente registrato
Messaggi: 7
Iscritto il: 15/01/2017, 19:50
Contatta:

Re: Forsan Hennè Rosso Egiziano e Nero dalla consistenza sabbiosa

Messaggio da melania » 05/01/2018, 19:13

laurab ha scritto:
04/01/2018, 16:38
melania ha scritto:
03/01/2018, 20:36
Metto gli ingredienti dei due hennè La Tradizione Erboristica Forsan.

Hennè Rosso Egiziano
Lawsonia Inermis Leaf Powder.
henne_rosso_egiziano_Forsan.jpg


Hennè Nego Indigofera Tinctoria
Indigofera Tinctoria Leaf Powder, Haematoxylon Campechianum Powder, Juglans Regia Shell Powder, Ferrous Sulfate.
henne_nero_Forsan.jpg

:?: Non ho nemmeno capito perchè in quello nero aggiungono il Ferrous Sulfate.
Ciao melania,
il solfato di ferro ha più di un utilizzo fra cui: "si utilizza per acidificare terreni molto alcalini, o ricchi di calcare, o come fertilizzante rinverdente, su piante affette da clorosi ferrica" (fonte: giardinaggio.it)

Si utilizza per i concimi di piante e fiori.
Si utilizza come integratore alimentare per gravi carenze di ferro e anemie.

Su Wikipedia c'è scritto:
"Il solfato ferroso (o vetriolo verde) è il sale di ferro (II) dell'acido solforico.

A temperatura ambiente si presenta come un solido blu-verde inodore. È un composto nocivo.

È usato in fotografia analogica per la preparazione del rivelatore all'ossalato per il procedimento al collodio umido e per lo sviluppo delle emulsioni fotografiche al bromuro.

Si adopera inoltre, assieme a tannini, gallotannini o acido gallico, per la preparazione degli inchiostri ferrogallici, di un nero assai puro e, una volta essiccati sulla carta insolubili in acqua e indelebili.

Il solfato ferroso monoidrato viene anche utilizzato come additivo nell'alimentazione degli animali (composto di oligoelementi) per la formulazione di determinati mangimi. Gli additivi per mangimi, per essere autorizzati come tali, devono essere inseriti nell'apposito registro degli additivi per mangimi della Comunità Europea. Il solfato ferroso monoidrato in tale registro è codificato tra gli additivi nutrizionali (Categoria 3, gruppo b))in relazione a quanto stabilito dalla normativa del settore della Comunità Europea (Reg. CEE 1831/2003 e successive modifiche ed integrazioni)."


Ho trovato anche delle schede tecniche di produttori in cui si evince che classificato pericolo ai sensi delle disposizioni di cui alle direttive 67/548/CEE e 1999/45/CE e successive modifiche e adeguamenti. E' nocivo per ingestione e vi è rischio di gravi lesioni agli occhi. Se cerchi su internet si trovano diverse schede di sicurezza sul solfato ferroso (anche se penso che i pericoli si riferiscono al contatto diretto con dosi elevate). L'utilizzo per la maggior parte è per concime contro gli ingiallimenti.

A grandi quantità può essere irritante per la pelle, di sicuro nei prodotti cosmetici sarà dosato nelle quantità regolamentate ed ho letto che dovrebbe essere allo 0,1% nell'hennè Forsan. Penso che lo aggiungano per ottenere maggiore resa nel colore dell'Indigofera e fare in modo che tinga bene di nero.
Personalmente non mi piace aggiunto a un prodotto che dovrebbe tingere in modo naturale! :stare:
Grazie per la risposta! Ora capisco il motivo dell'aggiunta del Ferrous Sulfate, :shock1: buono a sapersi per poter scegliere meglio i prodotti. Un saluto! :wave:



Rispondi

Torna a “Recensioni e opinioni su prodotti cosmetici”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti