Biossido di Titanio additivo alimentare E171 proibito in Francia

Tutto quello che può interessare sapere sulle sane abitudini alimentari, lo stile di vita e la salute.
Regole del forum

Consulta le regole
Rispondi
Avatar utente
greensoul
Sostenitore Senior
Messaggi: 721
Iscritto il: 16/02/2016, 5:07
Contatta:

Biossido di Titanio additivo alimentare E171 proibito in Francia

Messaggio da greensoul » 23/04/2019, 3:52

Il Biossido di Titanio è un additivo alimentare con la funzione di colorante (bianco), molto usato in caramelle, salse, confetti, bibite, chewing gum, ecc...
E' usato anche nelle vernici come pigmento bianco, e nella cosmesi usato come filtro solare o come colorante.

E' un ingrediente di origine naturale, minerale, ma in corso ci sono studi sulla sua sicurezza per la salute. Nonostante manchino studi certi sulla sua nocività e possibile cancerogenicità, il Biossido di Titanio desta sospetti e viene attenzionato soprattutto in Francia dove si è deciso di proibirne l'uso negli alimenti.

In Unione Europea tuttavia è ancora ammesso e ne viene garantita la sicurezza per via delle norme cautelative nell'uso.

La principale preoccupazione tuttavia deriva soprattutto dalla forma di questo minerale in nanoparticelle, molecole molto piccole di dimensioni comprese tra 1 e 100 nm (ne abbiamo parlato in questo articolo Nanoparticelle nei filtri solari.

Per adesso si attende il Decreto ufficiale che metta al bando l'E171 in Francia.
La decisione è stata annunciata il 17 Aprile 2019 con un comunicato stampa che prevederebbe il divieto a partire da Gennaio 2020 ed è stata presa sulla base di un parere dell'Anses, (Agenzia francese per la sicurezza dell’alimentazione, dell’ambiente e del lavoro) la quale dichiara che in mancanza di dati certi sulla sicurezza del Biossido di Titanio è necessario mettere al sicuro la popolazione e i lavoratori dall'esposizione.



Tags:

TuttoConoscenza
Utente registrato
Messaggi: 25
Iscritto il: 23/09/2019, 14:36
Contatta:

Re: Biossido di Titanio additivo alimentare E171 proibito in Francia

Messaggio da TuttoConoscenza » 30/06/2020, 18:14

Sull'additivo alimentare Biossido di Titanio E171, sono stati fatti nuovi esperimenti che dimostrano che la forma in nanoparticelle provoca infiammazione al colon ed effetti negativi al microbiota.

Un nuovo studio è stato pubblicato su Small.
Gli esperimenti sono stati fatti dai ricercatori dell'Università del Massachusetts ad Amherst su due gruppi di topi.

Il primo gruppo è stato alimentato con una dieta ricca di grassi, simulando un apporto medio di un americano obeso o sovrappeso; il secondo gruppo è stato alimentato con una dieta povera di grassi.

Ad entrambi i gruppi è stato somministrato l’additivo alimentare Biossido di titanio (NP E171 o TiO 2) nella dieta quotidiana.

I risultati hanno mostrato che i topi del primo gruppo diventavano obesi a differenza dei topi del secondo gruppo.

Ma, quello che è stato il dato più rilevante è che in ambedue i gruppi di topi il microbiota intestinale era alterato a causa dell’additivo E171, che ha provocato infiammazione nel colon e cambiamenti nell’espressione proteica nel fegato.

Gli effetti più nocivi sono stati riscontrati nei topi obesi e fra i danni vi è stata una riduzione dei livelli di acidi grassi a catena corta, un aumento delle cellule immunitarie infiammatorie e delle citochine nel colon.

Approfondimenti al link: Biossido di titanio (TiO2): additivo alimentare E171 fa male


"It From Bit - La realtà origina dall'informazione" - (John Archibald Wheeler)

Avatar utente
greensoul
Sostenitore Senior
Messaggi: 721
Iscritto il: 16/02/2016, 5:07
Contatta:

Re: Biossido di Titanio additivo alimentare E171 proibito in Francia

Messaggio da greensoul » 30/06/2020, 20:41

TuttoConoscenza ha scritto:
30/06/2020, 18:14
Sull'additivo alimentare Biossido di Titanio E171, sono stati fatti nuovi esperimenti che dimostrano che la forma in nanoparticelle provoca infiammazione al colon ed effetti negativi al microbiota.

Un nuovo studio è stato pubblicato su Small.
Gli esperimenti sono stati fatti dai ricercatori dell'Università del Massachusetts ad Amherst su due gruppi di topi.

Il primo gruppo è stato alimentato con una dieta ricca di grassi, simulando un apporto medio di un americano obeso o sovrappeso; il secondo gruppo è stato alimentato con una dieta povera di grassi.

Ad entrambi i gruppi è stato somministrato l’additivo alimentare Biossido di titanio (NP E171 o TiO 2) nella dieta quotidiana.

I risultati hanno mostrato che i topi del primo gruppo diventavano obesi a differenza dei topi del secondo gruppo.

Ma, quello che è stato il dato più rilevante è che in ambedue i gruppi di topi il microbiota intestinale era alterato a causa dell’additivo E171, che ha provocato infiammazione nel colon e cambiamenti nell’espressione proteica nel fegato.

Gli effetti più nocivi sono stati riscontrati nei topi obesi e fra i danni vi è stata una riduzione dei livelli di acidi grassi a catena corta, un aumento delle cellule immunitarie infiammatorie e delle citochine nel colon.

Approfondimenti al link: Biossido di titanio (TiO2): additivo alimentare E171 fa male
Sarebbe infatti ora che l'EFSA si pronunciasse su questo additivo. Per ora ci sono i soliti interessi delle industrie e fra dubbi e incertezze sulla nocività si prende tempo e non si vieta l'uso. C'è poi l'assurdità che questo additivo non ha nemmeno senso di essere usato negli alimenti specialmente visto che ha una funzione solo estetica, come colorante!

Si preferisce dunque nel dubbio far rischiare la salute ai consumatori, piuttosto che mettere una mano ferma e per la sicurezza di tutti (lavoratori compresi) vietarlo.

L'unico modo per difenderci è informarsi e guardare le etichette. Se c'è questo additivo evitare di acquistare il prodotto.



Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Cibo, Salute e Stili di vita”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti