Nomenclatura INCI cosmetici e significato ingredienti

Come e cosa scegliere: informazioni utili e novità nel settore dei prodotti di cosmesi, detergenti e benessere.
Rispondi
Avatar utente
Bioeco
Amministratore
Messaggi: 325
Iscritto il: 03/02/2016, 20:49
Contatta:

Nomenclatura INCI cosmetici e significato ingredienti

Messaggio da Bioeco » 26/06/2020, 21:05

Nomenclatura INCI cosmetici e significato funzioni ingredienti.

Nella decisione della Commissione europea del 9 febbraio 2006 pubblicata nella Gazzetta Ufficiale L97/1 del 05/04/2006 (vedi qui), è stata aggiornata la nomenclatura degli ingredienti cosmetici e vengono definite le varie funzioni di un componente.

Ecco un estratto dal testo dell'allegato.

1. Denominazione INCI
Si tratta della nomenclatura comune impiegata per indicare gli ingredienti sulla confezione dei cosmetici. Le convenzioni seguite in tale nomenclatura figurano in allegato.
L’abbreviazione «INCI» sta per International nomenclature cosmetic ingredient (ingrediente cosmetico secondo la nomenclatura internazionale). Essa fa riferimento a una nuova terminologia sviluppata dalla COLIPA per tener conto della necessità di un’impostazione veramente internazionale. Giova rilevare che l’articolo 5 bis della direttiva sui prodotti cosmetici fa riferimento alla CTFA, che è stata sostituita dall’INCI in quanto designazione corretta della nomenclatura.

Una denominazione INCI può coprire diverse entità chimiche.

Per le sostanze coloranti destinate all’impiego cosmetico ai fini dell’etichettatura vanno impiegati il numero di
Colour Index (numero CI) o la denominazione riportata nell’allegato IV, come prescritto dall’articolo 6,
paragrafo 1, lettera g), della direttiva sui prodotti cosmetici. Per tali ingredienti il numero CI diviene dunque la
denominazione INCI.

2. Denominazione INN
Questa abbreviazione fa riferimento alla denominazione internazionale non tutelata raccomandata dall'Organizzazione mondiale della sanità. Ove applicabile si indica.

3. Denominazione Ph. Eur.
Questa abbreviazione fa riferimento alla denominazione della Farmacopea europea. Ove applicabile si indica.

4. Numero CAS
Questa abbreviazione fa riferimento al numero di codice stabilito del Chemical Abstracts Service. Il numero CAS costituisce un rinvio ad un codice mondiale che consente d’identificare le sostanze chimiche. Ove disponibile si indica.

5. Numero EINECS o ELINCS
Si tratta di un riferimento al codice numerico stabilito dall’inventario europeo delle sostanze chimiche esistenti in commercio (European inventory of existing commercial chemical substances — EINECS) per le sostanze chimiche già note, ovvero dalla lista europea delle sostanze chimiche notificate (European list of notified chemical substances — ELINCS) per le sostanze chimiche nuove. Ove applicabile si indica.

6. Denominazione chimica/IUPAC
Questo campo copre la denominazione chimica e quella IUPAC (International Union of Pure and Applied Chemistry — Unione internazionale di chimica pura e applicata). Esso copre le denominazioni EINECS, che impiegano la nomenclatura IUPAC, e quelle CAS, che offrono chiaramente un’adeguata identificazione dell’ingrediente in questione. Le due voci sono state abbinate per evitare doppioni.

7. Restrizioni
Questo campo fa riferimento, in forma abbreviata, agli ingredienti che figurano negli allegati della direttiva sui prodotti cosmetici (per esempio «III/1, 16» significa allegato III, parte 1, n. 16). L’elenco copre ogni riferimento agli allegati fino alla direttiva 2000/11/CE della Commissione che adegua al progresso tecnico gli allegati della direttiva sui prodotti cosmetici inclusa. Tuttavia le sostanze vietate dalle direttive 2002/34/CE, 2004/93/CE, 2005/42/CE e 2005/80/CE sono state eliminate.

Sarà di fondamentale importanza provvedere ad aggiornare regolarmente questo campo man mano che gli
allegati della direttiva verranno adeguati al progresso tecnico.

8. Funzioni
Questo campo fa riferimento alle funzioni per le quali un ingrediente viene di norma utilizzato nei prodotti cosmetici; un ingrediente può avere più funzioni.

Le funzioni elencate sono definite come segue:
  • ABBRONZANTE
    Rende scura la pelle con o senza esposizione alle radiazioni UV.
  • ABRASIVO
    Elimina le impurità da varie parti del corpo o favorisce la pulizia meccanica dei denti o ne aumenta la lucentezza.
  • ADDITIVO REOLOGICO
    Aumenta o diminuisce la viscosità del cosmetico.
  • AGENTE TAMPONE
    Stabilizza il pH dei cosmetici.
  • ANTIAGGLOMERANTE
    Consente il libero flusso di particelle solide evitando così che i cosmetici in polvere si agglomerino in grumi o masse solide.
  • ANTICORROSIVO
    Previene la corrosione del recipiente.
  • ANTIFORFORA
    Favorisce il controllo della forfora.
  • ANTIMICROBICO
    Favorisce il controllo della crescita dei microrganismi sulla pelle.
  • ANTIOSSIDANTE
    Impedisce le reazioni attivate dall’ossigeno, evitando così l’ossidazione e l’irrancidimento.
  • ANTIPLACCA
    Favorisce la protezione contro la placca.
  • ANTISCHIUMA
    Elimina la schiuma durante la fabbricazione oppure riduce la tendenza dei prodotti finiti a generare schiuma.
  • ANTISEBORROICO
    Favorisce il controllo della produzione di sebo.
  • ANTISTATICO
    Riduce l’elettricità statica neutralizzando la carica elettrica superficiale.
  • ANTITRASPIRANTE
    Riduce la traspirazione.
  • ASSORBENTE
    Assorbe sostanze, dissolte o finemente disperse, solubili in acqua e/o in olio.
  • ASSORBENTE UV
    Protegge il cosmetico dagli effetti dei raggi UV.
  • ASTRINGENTE
    Riduce le secrezioni tissutali.
  • CHELANTE
    Reagisce e forma complessi con ioni metallici che potrebbero alterare la stabilità e/o l’aspetto dei cosmetici stessi.
  • CHERATOLITICO
    Favorisce l’eliminazione delle cellule morte dello strato corneo.
  • COLORANTE PER CAPELLI
    Colora i capelli.
  • COLORANTE COSMETICO
    Colora il prodotto cosmetico e/o impartisce colore alla pelle e/o alle sue appendici. Tutti i colori elencati sono sostanze che figurano nella lista positiva dei coloranti (allegato IV della direttiva Cosmetici).
  • CONDIZIONANTE PER CAPELLI
    Rende i capelli facili da pettinare, docili, soffici e luminosi e/o impartisce volume, luminosità, lucentezza, ecc.
  • CONDIZIONANTE PER UNGHIE
    Migliora le proprietà estetiche delle unghie.
  • CONSERVANTE
    Impedisce, prevalentemente, lo sviluppo di microrganismi nel cosmetico. Tutti i conservanti elencati sono sostanze che figurano nella lista positiva dei conservanti (allegato VI della direttiva Cosmetici).
  • COPRENTE
    Riduce o inibisce l’odore o il sapore di fondo del prodotto.
  • DENATURANTE
    Aggiunto generalmente ai prodotti cosmetici contenenti alcol etilico per renderli sgradevoli al gusto.
  • DEODORANTE
    Riduce o maschera odori corporei sgradevoli.
  • DEPIGMENTANTE
    Schiarisce il colore dei capelli o della pelle.
  • DEPILANTE
    Rimuove i peli corporei indesiderati.
  • DETERGENTE
    Favorisce il mantenimento della pulizia della superficie corporea.
  • DISTRICANTE
    Riduce o elimina l’intrecciarsi dei capelli, dovuto ad alterazioni o danni della superficie capillare, favorendo in questo modo la pettinabilità.
  • EMOLLIENTE
    Rende la pelle più morbida e liscia.
  • EMULSIONANTE
    Favorisce la formazione di miscele di liquidi non miscibili tra loro modificando la tensione superficiale.
  • FILMOGENO
    Produce, dopo l’applicazione, una pellicola continua sulla pelle, sui capelli o sulle unghie.
  • FILTRO UV
    Filtra determinati raggi UV per proteggere la pelle o i capelli dagli effetti nocivi di tali raggi. Tutti i filtri UV elencati sono sostanze che figurano nella lista positiva dei filtri UV (allegato VII della direttiva Cosmetici).
  • FISSANTE PER CAPELLI
    Consente il mantenimento della pettinatura.
  • GELIFICANTE
    Conferisce ad una preparazione liquida la consistenza di un gel (preparazione semi-solida con un certo grado di elasticità).
  • IDRATANTE
    Aumenta il contenuto d’acqua della pelle e la mantiene morbida e liscia.
  • IDROTROPO
    Aumenta la solubilità di sostanze scarsamente solubili in acqua.
  • IGIENE BOCCA
    Esercita azione igienica, deodorante e protettiva della cavità orale.
  • LEGANTE
    Favorisce la coesione del cosmetico.
  • LENITIVO
    Aiuta a mitigare sensazioni fastidiose della pelle o del cuoio capelluto.
  • LEVIGANTE
    Ha lo scopo di ottenere una superficie cutanea liscia diminuendo la ruvidezza o le irregolarità.
  • ONDULANTE O STIRANTE PER CAPELLI
    Modifica la struttura chimica del capello, consentendone la pettinatura voluta.
  • OPACIZZANTE
    Riduce l’aspetto trasparente o traslucido del cosmetico.
  • OSSIDANTE
    Modifica la natura chimica di un’altra sostanza aggiungendo ossigeno o eliminando idrogeno.
  • PERLESCENTE
    Conferisce un aspetto madreperlaceo ai cosmetici.
  • PLASTIFICANTE
    Ammorbidisce e rende flessibile un’altra sostanza che diversamente non potrebbe essere facilmente deformata, stesa o lavorata.
  • PROPELLENTE
    Genera pressione all’interno di un contenitore aerosol, espellendo il contenuto del recipiente quando viene aperta la valvola. Alcuni propellenti liquefatti possono avere un’azione solvente.
  • PROTETTIVO CUTANEO
    Favorisce la protezione delle pelle contro l’azione dannosa degli agenti esterni.
  • RIDUCENTE
    Modifica la natura chimica di un’altra sostanza aggiungendo idrogeno o eliminando ossigeno.
  • RINFRESCANTE
    Conferisce alla pelle una gradevole sensazione di freschezza.
  • SCHIUMOGENO
    Intrappola numerose piccole bolle d’aria o di altri gas all’interno di un ridotto volume di liquido modificando la tensione superficiale del liquido stesso.
  • SEBORESTITUTIVO
    Ripristina i lipidi dei capelli o degli strati superiori della pelle.
  • SOLVENTE
    Dissolve altre sostanze.
  • SOSTENITORE DI SCHIUMA
    Migliora la qualità della schiuma prodotta da un sistema aumentando una o più delle seguenti proprietà: volume, consistenza e/o stabilità.
  • STABILIZZANTE
    Migliora la stabilità e la conservazione degli ingredienti o della formulazione.
  • STABILIZZANTE DELLE EMULSIONI
    Favorisce il processo di emulsionamento e migliora la stabilità e la conservazione dell’emulsione.
  • TENSIOATTIVO
    Diminuisce la tensione superficiale dei cosmetici e favorisce una distribuzione uniforme del prodotto cosmetico quando viene usato.
  • TONIFICANTE
    Provoca una sensazione di benessere su pelle e capelli.
  • UMETTANTE
    Assorbe e conserva l’umidità.
  • VOLUMIZZANTE
    Riduce il peso specifico apparente dei cosmetici.


"Gli uomini discutono, la Natura agisce." (Voltaire)

Tags:

Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Cosmesi e detergenza ... cosa scegliere”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite