Patata americana (Ipomoea batatas): proprietà

Tutto quello che c'è da sapere sui valori nutritivi e i benefici degli alimenti.
Regole del forum
Immagine Immagine
Rispondi
Avatar utente
greensoul
Sostenitore Senior
Messaggi: 497
Iscritto il: 16/02/2016, 5:07
Contatta:

Patata americana (Ipomoea batatas): proprietà

Messaggio da greensoul » 15/06/2016, 3:20

Patata_dolce_americana.jpg
Patata_dolce_americana.jpg (20.63 KiB) Visto 1071 volte
La patata dolce è conosciuta anche come "patata americana" o come batata (Ipomoea batatas L.) ed è una radice tuberosa appartenente alla famiglia delle Convolvulaceae, originaria del sudamerica e coltivata nelle regioni tropicali per i suoi rizotuberi commestibili, dolci e ricchi di amido.

In Italia le patate dolci vengono attualmente coltivate in Lazio, Puglia, Sicilia e Veneto.

Il nome patata la fa confondere con le comuni patate (tuberi), ma in effetti hanno poche cose in comune essendo le patate dolci radici tuberose ed appartenendo a specie diverse rispetto alle patate.

L'Ipomoea batatas è una pianta erbacea perenne che presenta foglie lobate o palmate a fillotassi alterna. I fiori sono gamopetali di medie dimensioni.
Il colore della buccia del rizotubero varia dal rosso al viola, dal marrone al bianco a seconda della varietà; così come la polpa che varia dal bianco al giallo, all'arancio o al viola.

Più del 95% della coltivazione della Ipomoea batatas è prodotta nei paesi in via di sviluppo, dove rappresenta il quinto alimento base.
Si utilizzano di norma i rizotuberi della pianta che vengono cucinati bolliti, fritti o al forno. Sono industrialmente utilizzati anche per l'estrazione di amido, alcol e per la produzione di farine. Anche le foglie ed i giovani germogli sono commestibili.

Proprietà e benefici

La patata americana per i suoi benefici nutrizionali dovrebbe essere introdotta maggiormente nella dieta degli italiani, infatti questo alimento è ottimo per abbassare gli zuccheri nel sangue, contro l'ipertensione e l'anemia.

Viene infatti già consumata da tempo anche in Giappone, in particolare nella regione di Kagawa, dove le popolazioni locali la mangiano cruda e ne utilizzano l'estratto di buccia, il Caiapo, per curare appunto le suddette malattie: anemia, ipertensione e diabete.

E' un eccellente alimento per la salute degli occhi, per la pelle e le mucose grazie all'alta percentuale di provitamina A contenuta.
Inoltre è un alimento molto antiossidante e protegge contro le malattie cardiovascolari poiché contiene anche buone dosi di vitamina C.
Patata_dolce_americana2.jpg
Patata_dolce_americana2.jpg (18.33 KiB) Visto 1069 volte
Patata_dolce_americana_viola.jpg
Patata_dolce_americana_viola.jpg (10.31 KiB) Visto 1069 volte
Valori nutrizionali

La patata americana è ricca principalmente di Carotenoidi (una classe di pigmenti che vanno dai colori giallo, arancio fino al rosso intenso e sono importanti per la fotosintesi delle piante), grazie ai quali si beneficia di un fondamentale aiuto nel controllo della risposta all'insulina e proprio per questo è un alimento utile in caso di diabete.

I carotenoidi favoriscono anche l'eliminazione dei radicali liberi.

Oltre alla provitamina A (contenuta maggiormente nelle patate più colorate di arancio) e alla vitamina C, la patata dolce ha un un alto quantitativo di vitamina B9 (acido folico) e di potassio, quest'ultimo importante per abbassare la pressione sanguigna.
Valori_nutrizionali_patata_dolce.jpg
Valori_nutrizionali_patata_dolce.jpg (51.66 KiB) Visto 1068 volte
Patata dolce in cucina

Le patate dolci possono essere consumate in cucina con diverse modalità.

- Per l'insalata occorre lavarle e lessarle con l'intera buccia in acqua fredda per 50 minuti circa.

- Per consumarle fritte o arrostite al forno, vanno prima sbucciate e lasciate in acqua fredda prima della cottura per non farle annerire.

Nota: è importante sapere che le patate dolci se non vengono consumate subito, devono essere conservate in un luogo fresco e buio per non più di una settimana. Le patate non possono essere conservate in frigo e non devono essere acquistate in dimensioni troppo grandi perché la parte centrale potrebbe avere un sapore legnoso.

Modalità di cottura

- Cottura al forno: dopo aver lavato le patate dolci con l'intera buccia, senza asciugarle, avvolgerle in carta da forno chiudendole a caramella. Cuocere in forno statico a 180°C per circa 45-60 minuti a seconda della grandezza delle patate.

- Cottura al vapore: per mantenere il sapore ed i nutrienti è la migliore cottura. Si procede sempre lavando le patate americane con la buccia e mettendole nel cestello di cottura a vapore cuocendole per 15-20 minuti dopo il sibilo della pentola a pressione.

- Cottura in acqua: lavare bene e poi lessare con la buccia in acqua fredda non salata per circa 40-50 minuti, controllare la cottura infilando uno stuzzicadenti.

Vedi qui le ricette con patate americane: https://www.siiecobio.com/ricette-per-un ... -t111.html

Patata dolce in cosmesi

La patata dolce può essere sfruttata anche come impacco sugli occhi stanchi.
Si possono usare delle fettine crude da applicare direttamente sulle palpebre oppure grattuggiarle e metterle in una garza. Tempo di posa circa 15 minuti.

Altri usi non culinari della patata dolce americana

La patata americana è molto usata nella produzione di coloranti. In Sud America il succo delle patate dolci di colore rosso combinato con il succo di lime viene impiegato come colorante per i tessuti.

Altro uso è come magime per animali per i quali si sfruttano tutte le parti della pianta.

La patata dolce ha anche una varietà per uso decorativo che se fatta germogliare immergendo il rizotubero in acqua produce delle belle foglie verdi ricadenti o rampicanti. Le varietà più conosciute a questo scopo sono le Sweet Caroline nelle versioni: "Light green" (verde chiaro), "Purple" (porpora) e "Bronze" (caffelatte).
Patata_dolce_ornamentale.jpg
Patata_dolce_ornamentale.jpg (13.74 KiB) Visto 1071 volte



Tags:

Rispondi

Torna a “Alimenti e proprietà nutrizionali”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite