Plastica nel Mar Mediterraneo rapporto ISPRA

Tutte le notizie su emergenze ambientali e problemi di inquinamento
Regole del forum

Consulta le regole
Rispondi
tommasoverola
Utente registrato
Messaggi: 5
Iscritto il: 30/11/2017, 4:30
Contatta:

Plastica nel Mar Mediterraneo rapporto ISPRA

Messaggio da tommasoverola » 18/12/2019, 20:49

Plastica_nel_Mediterraneo.jpg
Plastica_nel_Mediterraneo.jpg (80.3 KiB) Visto 4433 volte
Un nuovo rapporto ISPRA sulla plastica nel Mediterraneo.

Nello studio l'Ispra ha esaminato 128 ricerche dall'anno 1980 al 2019.
Risulterebbe che "quasi 50.000 animali di 116 specie diverse nel Mediterraneo hanno ingerito plastica. Il 59% sono pesci ossei, tra cui molte che si mangiano comunemente, come sardine, triglie, orate, merluzzi, acciughe, tonni, scampi, gamberi rossi. Il restante 41% è costituito da altri animali marini come mammiferi, crostacei, molluschi, meduse, tartarughe e uccelli."


La cosa critica è che la plastica va nello stomaco dei pesci e diventa anche veicolo di trasporto per molti organismi marini. 168 specie vengono trasportate da plastica che galleggia nel mare, fra queste specie ci sono batteri che diventano nocivi per i pesci che li ingeriscono, poi i crostacei e gli organismi della famiglia dei Cnidari (coralli e gorgonie).

Poi si sa che i rifiuti marini in plastica quali lenze e reti da pesca, possono arrecare gravi danni distruggendo le colonie di coralli e gorgonie, anche nei fondali più profondi.
Infatti sempre secondo l'indagine dell'Ispra, sarebbero 44 le specie marine che restano intrappolate e soffocano nelle reti da pesca.

L'allarme più immediato è per la tartaruga marina Caretta Caretta, per i coralli rossi, il tonno rosso, il capidoglio e lo spinarolo che sono nella Lista Rossa dell'International Union for Conservation of Nature (IUCN).

Questo è il quadro abbastanza drastico della situazione nel Mediterraneo ed ancora mancano dati sugli effetti dell'ingestione delle microplastiche da parte dei pesci e dell'uomo.

L'articolo originale si trova su Ansa



Tags:

Avatar utente
NaturAthanor
Utente registrato
Messaggi: 84
Iscritto il: 09/02/2016, 5:05
Contatta:

Re: Plastica nel Mar Mediterraneo rapporto ISPRA

Messaggio da NaturAthanor » 18/12/2019, 21:20

Grazie tommasoverola ILikeIt!!!

Questo è il Comunicato Stampa dell'Ispra in cui emerge che le concentrazioni maggiori di plastica si trovano Mar Ligure, Golfo di Napoli e in Sicilia.
"Più del 70% di quelli marini è depositata nei fondali italiani e il 75% è plastica. Il mare di Sicilia, con 786 oggetti rivenuti e un peso complessivo superiore ai 670 kg, conferma la sua collocazione tra le discariche sottomarine più grandi del Paese, seguita dalla Sardegna con 403 oggetti nella totalità delle 99 cale e un peso totale di 86,55kg."


Condivido anche un video molto chiarificatore della situazione.



"Pensa agendo ed agisci pensando."

dino
Utente registrato
Messaggi: 4
Iscritto il: 06/09/2018, 16:06
Contatta:

Re: Plastica nel Mar Mediterraneo rapporto ISPRA

Messaggio da dino » 19/12/2019, 22:14

Una situazione penosa. Qualche mese fa mi sembra che dicevano in qualche articolo che dall'Italia arrivano non ricordo se 40 o 50 mila tonnellate di plastica e dalla Tunisia altre 10 mila.

C'è però un progetto in corso in cui collaborano Italia, Tunisia e Libano per ridurre la spazzatura in mare con la gestione integrata delle zone costiere.



Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Segnalazione problemi ambientali”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite