Melatonina: i benefici e quando assumere l'integratore

Tutto quello che può interessare sapere sulle sane abitudini alimentari, lo stile di vita e la salute.
Rispondi
Avatar utente
vivessenza
Sponsor
Messaggi: 12
Iscritto il: 01/10/2018, 18:14
Contatta:

Melatonina: i benefici e quando assumere l'integratore

Messaggio da vivessenza » 29/10/2018, 20:25

La Melatonina è prodotta principalmente (ma non solo) dalla ghiandola pineale (detta anche epifisi) ed è la sostanza chimica che regola i cicli di sonno-veglia e i cicli stagionali dell’organismo. Viene considerata una sorta di ormone, ma in realtà continua ad essere presente nell'organismo anche quando la ghiandola che la secerne viene asportata.

La Melatonina è derivata dalla Serotonina ed è durante la notte che è presente in maggiori quantità, ovvero in condizioni di mancanza di luce, quando l’attività della ghiandola pineale raggiunge il suo picco di produzione.

La ghiandola pineale si trova fra i due emisferi del cervello nella zona detta epitalamo, ha la forma di una piccola pigna e con l’avanzare dell’età tende a calcificarsi, producendo meno Melatonina.
Per tali ragioni, spesso nelle persone più anziane, si hanno problemi di insonnia (in particolare dopo i 50 anni), mentre nei neonati si manifesta la difficoltà ad addormentarsi perché i livelli di Melatonina sono ancora bassi e raggiungono un livello ottimale verso i 3 anni di età.

La produzione della Melatonina è massima nella prima infanzia, ma diminuisce progressivamente dopo i 20 anni.


Oltre ai cicli circadiani la Melatonina ha un importante ruolo:

– per rafforzare il sistema immunitario;

– per aiutare il corretto funzionamento del sistema cardiovascolare e della pressione sanguigna;

– per aumentare l’energia fisica e innalzare la soglia di affaticamento;

– per regolare la temperatura interna;

– per sviluppare effetti antiossidanti sul corpo e sulla mente.



I livelli di Melatonina nel corpo

Dai monitoraggi sui livelli di melatonina presente nel corpo, si è osservato che la maggiore quantità è presente nelle ore di buio e raggiunge il suo picco nelle ore centrali della notte. Al contrario, il livello di Melatonina si presenta molto basso durante le ore diurne.

Questo conferma il ruolo svolto da questa sostanza chimica endogena che viene sintetizzata dai pinealociti, ovvero dalle cellule dell’epifisi, che si mettono in attività quando manca lo stimolo dei fotorecettori della retina ad opera della luce.


Quali cibi la contengono?

Alcuni alimenti contengono Melatonina e sono perciò indicati per chi soffre di problemi di sonno.

Gli alimenti più ricchi sono:
  • Orzo
  • Avena
  • Olive
  • Noci
  • Mandorle
  • Mais
  • Riso integrale
  • Cacao
  • Zenzero
  • Frutta fresca (mele, arance, ciliegie, banane)
  • Ortaggi (ravanelli, pomodori, cipolla, asparagi, cavoli).

Ci sono inoltre alimenti che contengono triptofano un precursore della Serotonina (da cui deriva la Melatonina) e ne agevola la produzione. Il triptofano si trova nei cibi di origine vegetale ad alto contenuto proteico come legumi e semi.
C’è da dire che i contenuti di Melatonina nei cibi è tuttavia molto esigua e non è sufficiente a compensare un fabbisogno giornaliero.


Quando è necessario prendere un integratore?

L’integratore di Melatonina viene prescritto dal medico quando si hanno disturbi del sonno (es. sindrome da fase di sonno ritardata), problemi di jet lag, insonnia e depressione.

L’uso di Melatonina viene consigliato anche per diminuire gli effetti causati da astinenza da fumo, disturbi della menopausa, per aiutare chi soffre di emicranie, e fibromialgia e per chi soffre di disturbo comportamentale in fase REM del sonno.

In Italia la quantità massima di Melatonina che si può integrare senza prescrizione medica è di 1 mg. Oltre questo dosaggio occorre la ricetta medica a seguito consulto.

Si sconsiglia l’uso in soggetti con epilessia, asma, disturbi psichiatrici, malattie del sistema immunitario, donne in gravidanza o allattamento, bambini.

Per avere l’effetto desiderato è meglio assumere la Melatonina 1 o 2 ore prima di coricarsi.

Nel dosaggio corretto e per un uso a breve termine è un integratore sicuro, tuttavia in alcuni casi si possono avere degli effetti collaterali quali: mal di testa, vertigini e sonnolenza durante il giorno.

Fonte articolo: Che cos'è la Melatonina e a cosa serve?
----------------------------------------------------------
ImmagineMelatonina Zinco - Selenio
Melatonina elisir di giovinezza e benessere

Dr. PierpaoliImmagineEuro 15,80Melatonina Zinco - SelenioImmagine
-------------------------------------------------------

Integratori di Melatonina e Libri che trattano l'argomento si possono trovare su Macrolibrarsi



Tags:

Rispondi

Torna a “Cibo, Salute e Stili di vita”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite