A cosa serve lo Iodio e in quali alimenti si trova

Tutto quello che può interessare sapere sulle sane abitudini alimentari, lo stile di vita e la salute.
Rispondi
Avatar utente
greensoul
Sostenitore Senior
Messaggi: 462
Iscritto il: 16/02/2016, 5:07

A cosa serve lo Iodio e in quali alimenti si trova

Messaggio da greensoul » 22/10/2018, 4:05

Iodio_a_cosa_serve_alimenti.jpg
Iodio_a_cosa_serve_alimenti.jpg (60.31 KiB) Visto 273 volte

Che cos'è e a cosa serve lo Iodio?

Lo Iodio dal greco "Iodes" (che significa "violetto") è un elemento chimico (numero atomico 53, simbolo I). E' un minerale diffuso in natura in diverse forme e si ritrova nel suolo e nelle rocce da cui per erosione viene trasportato nel mare e negli oceani. C'è un'elevata presenza di Iodio nel mare e di conseguenza nelle alghe, crostacei e pesci, ma anche nelle piante che lo assorbono dai terreni.

Lo Iodio è un indispensabile micronutriente (oligoelemento) che è determinante per il corretto funzionamento della tiroide, ghiandola che secerne ormoni fondamentali per l'organismo.

Lo Iodio, in particolar modo, influisce sulla tiroide perché regola la produzione degli ormoni tiroidei quali triiodotironina (T3) e tiroxina (T4); questi ormoni svolgono un ruolo importante per i valori del colesterolo, per il sistema nervoso, per la pressione arteriosa, per il battito cardiaco e per il peso corporeo. Inoltre aiutano a regolare il metabolismo basale e a smaltire i grassi in eccesso, ma anche hanno una funzione essenziale nelle fasi della crescita dell'essere umano e nello sviluppo di vari organi, in particolar modo per il cervello.


Quali sono le conseguenze della mancanza di Iodio?

Una carenza di Iodio come si è compreso non è da sottovalutare perché crea diversi problemi di salute. E' da fare molta attenzione all'assunzione corretta di Iodio durante la gravidanza e durante tutta l'età dello sviluppo.

Una mancanza di Iodio genera parecchi sintomi che vengono individuati come "disturbi da carenza iodica".
La più conosciuta conseguenza della mancanza di Iodio è il gozzo, una malattia che in Italia affligge circa 6 milioni di persone circa più del 10% della popolazione, e si tratta di un ingrossamento della ghiandola tiroidea, che cerca di produrre più ormoni a compensazione.
Se la carenza di Iodio non è grave, non ci sono conseguenze irrimediabili, mentre se il deficit di questo micronutriente si protraesse nel tempo, si può incorrere in danni a carico del sistema nervoso centrale e periferico.


Quali sono i valori giornalieri di Iodio consigliati?

- Per gli adulti e per gli adolescenti la dosa giornaliera è di 150 microgrammi;
- per le donne in gravidanza e allattamento la dose si aggira dai 175 ai 200 mcg (microgrammi) giornalieri;
- per i bambini al di sotto dei 5 anni la dose è di 90 mcg giornalieri;
- per i bambini al di sotto dei 12 anni la dose è di 120 mcg giornalieri.

Eccedere con lo Iodio, nonostante non siano stabiliti livelli precisi di tossicità, può comunque comportare problemi in caso di ipertiroidismo (in questi casi va fatta accurata valutazione di somministrazione di Iodio con il medico curante).

Nella norma, persone in buona salute non hanno problemi con l'assunzione di Iodio anche se in quantità leggermente maggiori perché la tiroide è in grado di auto adattarsi.
E' invece da attenzionare il consumo di alcuni integratori, di solito quelli a base di alghe, che potrebbero generare un eccesso di quantità del minerale.


Come si assume lo Iodio e quali alimenti lo contengono?

Lo Iodio si assume con un'alimentazione equilibrata. La quantità di Iodio presente nei cibi è però molto variabile perché dipende da quanto Iodio è presente nel suolo in cui le piante crescono o dal tipo di alimentazione che hanno avuto gli animali.

Gli alimenti che maggiormente contengono lo Iodio sono:
- alghe;
- pesce marino;
- crostacei e molluschi;
- uova (tuorlo);
- carne (dipende dal tipo di allevamento).

Anche i cereali integrali, il latte e lo yogurt ne hanno un buon contenuto.

Fra gli alimenti vegetali ad alto contenuto di Iodio vi sono alcune alghe brune, le Laminariales (alga kelp o kombu, laminaria japonica, laminaria digitata, ), le quali ne contengono elevate quantità persino maggiori ai crostacei e al pesce; un grammo di alghe può assicurare l'apporto giornaliero necessario.

Altri alimenti vegetali che contengono Iodio sono i legumi e le verdure (in quantità variabile in base al suolo di coltivazione).

Per assicurare inoltre il fabbisogno di Iodio giornaliero esiste il Sale Iodato, si tratta del normale sale da cucina addizionato di Iodio. Questo sale è un supplemento a ciò che si assume con gli alimenti perché nella media della popolazione si è riscontrato che non si raggiunge il fabbisogno giornaliero, infatti purtroppo, la quantità di Iodio presente nei cibi si disperde anche con la cottura.

Alcune marche di alimenti hanno delle linee di prodotti addizionati di Iodio come le patate e le carote Iodì, alcuni insaporitori, pane e derivati in cui appositamente vi è l'indicazione di uso di sale iodato.

Infine alcune acque minerali sono più ricche di Iodio rispetto ad altre. Si possono scegliere quelle più ricche di Iodio in casi di diete vegetariane e vegane.

Quantità medie indicative di Iodio negli alimenti

- Pesce di mare: 832 mcg/kg
- Crostacei: 798 mcg/kg
- Uova: 93 mcg/kg
- Carne: 50 mcg/kg
- Latte: 47 mcg/kg
- Cereali: 47 mcg/kg
- Legumi: 30 mcg/kg
- Verdure: 29 mcg/kg.

I valori variano in base ai terreni di coltivazione nel caso dei vegetali e in base ai mangimi con cui sono stati alimentati gli animali nel caso di carne e latte.

Il sale iodato contiene circa 30 mcg di Iodio ogni grammo.
(Bibliografia: Vitamin and Mineral Requirements in Human Nutrition - WHO FAO 2004)
Iodio_negli_alimenti.jpg
Iodio_negli_alimenti.jpg (66.4 KiB) Visto 280 volte
Una Guida del Ministero della Salute si può consultare a questo link: Iodio e Salute



Tags:

Loris
Utente registrato
Messaggi: 9
Iscritto il: 21/06/2016, 18:05

Re: A cosa serve lo Iodio e in quali alimenti si trova

Messaggio da Loris » 28/10/2018, 16:10

Fra i prodotti con sale iodato aggiunto ho scoperto da poco la salsa di pomodori Petti.
Sono passate di pomodori datterini biologici che hanno fra gli ingredienti 0,25% di sale iodato aggiunto.

Gli ingredienti
Pomodori Datterini biologici (99,75%), sale iodato (0,25%)
Petti_polpa_pomodoro_sale_iodato.jpg
Petti_polpa_pomodoro_sale_iodato.jpg (32.22 KiB) Visto 264 volte



Avatar utente
Advert
Sponsor
Messaggi: 15
Iscritto il: 01/10/2018, 20:12

Re: A cosa serve lo Iodio e in quali alimenti si trova

Messaggio da Advert » 07/11/2018, 3:30


ImmagineOligogranuli - Equisetum I - Iodio - 4,5 g euro 7,00
Lo iodio contribuisce alla normale funzione tiroidea e alla regolare produzione di ormoni da parte della tiroide.

Inoltre, sostiene il metabolismo energetico, la funzione cognitiva e il normale funzionamento del sistema nervoso.
Modo d'uso: Si consiglia l'assunzione di 1 goccia (0,05 mi) una volta al giorno in qualunque momento.

Applicare una goccia sulla lingua e aspettare circa 1 minuto prima di deglutire.
Agitare prima dell 'uso.
Contagocce incluso nella confezione.

Quando è utile integrare lo iodio?

Lo iodio è molto importante per la salute, soprattutto in fase pre-natale e in tenera età, ma anche in età adulta.
Come riportato dalla Società Italiana di Nutrizione Umana, ogni giorno dovremmo assumere almeno 150 mcg di iodio (almeno 200 mcg in gravidanza).
Lo trovi su Macrolibrarsi.it
ImmagineIodio Olimentovis - Liquido Analcolico Oligoelementi con gemmoderivati e nutritivi sinergiciImmagineeuro 17,90Lo trovi su Macrolibrarsi.it
ImmagineDetoxine Senza Iodio - Mela Con betulla, finocchio e tarassaco - Adatto agli ipertiroidei euro 23,30Lo trovi su Macrolibrarsi.it
ImmagineNutrisorb Liquid Iodio Integratore alimentare in gocce a base di IodioImmagine euro 24,90 - Nutrisorb Liquid Iodio è un integratore alimentare in gocce a base di Iodio.

Lo iodio contribuisce alla normale produzione di ormoni della tiroide e alla normale funzione tiroidea.

Senza lattosio, adatto alle donne in gravidanza e ai bambini.

Dose giornaliera raccomandata: 1 goccia al giorno diluita in poca acqua o altro liquido, a completamento di un pasto principale.
Lo trovi su Macrolibrarsi.it
ImmagineIodio Funzione tiroidea e metabolismo energetico euro 19,90 -Lo trovi su Macrolibrarsi.it



Lia
Utente registrato
Messaggi: 6
Iscritto il: 07/11/2016, 16:50

Re: A cosa serve lo Iodio e in quali alimenti si trova

Messaggio da Lia » 23/12/2018, 17:13

Chiedo se qualcuno sa dirmi se l'additivo E535 (anti agglomerante) che si trova nel sale iodato è sicuro. Ho visto che si trova nella lista degli additivi alimentari da evitare, ma nel sale iodato lo trovo sempre!



Avatar utente
greensoul
Sostenitore Senior
Messaggi: 462
Iscritto il: 16/02/2016, 5:07

Re: A cosa serve lo Iodio e in quali alimenti si trova

Messaggio da greensoul » 30/12/2018, 4:39

Lia ha scritto:
23/12/2018, 17:13
Chiedo se qualcuno sa dirmi se l'additivo E535 (anti agglomerante) che si trova nel sale iodato è sicuro. Ho visto che si trova nella lista degli additivi alimentari da evitare, ma nel sale iodato lo trovo sempre!
Ciao Lia, l'additivo E535 è un ferrocianuro che è stato valutato dall'Efsa come sicuro entro certi limiti di dosaggio stabiliti che sono di 0,03 mg/kg di peso corporeo al giorno. Non è risultato cancerogeno o genotossico, ma si erano riscontrati problemi di tossicità sui reni, pertanto si è sicuri ai dosaggi limitati. Gli esperti che hanno testato questo additivo hanno confermato che non si accumula nel corpo.

Comunque è sempre da preferire il sale senza additivi. Una marca di sale iodato senza additivi che conosco è "Cuor di Mare" sale marino extravergine italiano. Contiene solo Sale Marino Alimentare e Iodato di potassio (0,0051%).



Rispondi

Torna a “Cibo, Salute e Stili di vita”