Classificazioni energetiche abitazioni

Rispondi
Avatar utente
NaturAthanor
Utente registrato
Messaggi: 65
Iscritto il: 09/02/2016, 5:05
Contatta:

Classificazioni energetiche abitazioni

Messaggio da NaturAthanor » 10/02/2016, 4:27

Per chi acquista o per chi costruisce una casa oggi è importante sapere che può scegliere e valutare bene a quale classe energetica apparterrà la sua abitazione.

Così come si ha riguardo nella scelta degli elettrodomestici in termini di consumi, è adesso indispensabile avere la conoscenza dei nuovi metodi di costruzione di un edificio che fanno la differenza nel lungo tempo.

Questa è una tabella che mostra le classi di abitazioni.
classificazione-energetica-abitazioni.jpg
Che cos'è una casa passiva?

Si dice "passiva" una casa "costruita in modo da sfruttare automaticamente l'energia solare e l’energia di scarto prodotta internamente, così da rendere quasi superfluo l’impianto di riscaldamento convenzionale.

USO RESPONSABILE DELL’ENERGIA:
La casa si riscalda e si rinfresca in maniera "passiva" – indipendentemente dal fatto che si tratti di un edificio unifamiliare, una palazzina di diversi piani, uffici o scuole. Chi si decide per la casa passiva, si decide dunque per un uso responsabile dell'energia. Allo stesso tempo però si sfruttano i vantaggi di costi d'esercizio minimi e di un'indipendenza dai continui rincari sui mercati dell'energia (oli combustibili, gas).

QUALITA’ CLIMA INTERNO:
Altro vantaggio notevole è l’incomparabile qualità del clima interno e del benestare."
(tratto da: casediclassea.it)


Come si costruisce una casa di classe A?

La costruzione di una casa di classe A segue dei principi generali per ottenere l’efficienza energetica:

- predisposizione di apporti solari (progettazione e costruzione);
- risoluzione dei ponti termici (dispersione del calore);
- isolamento: serramenti, porte, cappotti, muratura, tetto, solai, solai contro terra, pavimenti e solai verso zone non riscaldate;
- progettazione degli impianti elettrici (fotovoltaico, eolico, domotica e controllo);
- progettazione degli impianti termici a basso impatto.

E' chiaro che chi non vive in una casa di classe A dovrà apportare modifiche per migliorare il più possibile la resa in termini energetici, mentre chi costruisce una nuova abitazione può già prevedere il progetto per avere tale risultato.

Attualmente la gran parte di costruzioni appartengono alla classe G e le nuove che vengono date come case a basso consumo si collocano in una classe D.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


"Pensa agendo ed agisci pensando."

Tags:

Rispondi

Torna a “Nuove soluzioni ecosostenibili”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti