Uva Bianca e Rossa: benefici e differenze

Tutto quello che c'è da sapere sui valori nutritivi e i benefici degli alimenti.
Regole del forum
Immagine Immagine
Rispondi
Avatar utente
Bioeco
Amministratore
Messaggi: 277
Iscritto il: 03/02/2016, 20:49

Uva Bianca e Rossa: benefici e differenze

Messaggio da Bioeco » 13/10/2016, 20:13

Uva_benefici_differenze.jpg
Uva_benefici_differenze.jpg (105.84 KiB) Visto 1387 volte

L'uva è il frutto della vite (Vitis vinifera) ed è conosciuta per la sua bontà, per il suo gusto fresco e dolce e per i suoi benefici nutrizionali.
Più precisamente, l'uva è un'infruttescenza, infatti il grappolo è l'insieme di frutti (gli acini) uniti tra loro dal gambo o raspo.
Di uva ce ne sono davvero di diverse tonalità di colore che vanno da quella più chiara (uva bianca), alla più scura (uva rossa, nera), ma la differenza più importante è fra uva da tavola o uva da vino.

Esistono quindi molte varietà di uva, ma i valori nutrizionali medi per 100g sono:
- Calorie: 60 Kcal;
- Zuccheri: 15-20%;
- Proteine: 0,5g;
- Grassi: 0,1g;
- Acqua: 70-85%;
- Fibre: 1,5g;
- Potassio: 192mg;
- Calcio: 27mg;
- Fosforo: 4mg;
- Piccole quantità di: ferro, sodio, zinco e rame.

Fra le vitamine contiene: vitamina A, vitamine del gruppo B (B1, B3 o PP, e B6), acido folico (vitamina B9), vitamina C.

L'uva contiene anche acidi organici: malico, tartarico, aspartico, citrico e glutammico.

I maggiori benefici di questo frutto derivano dall'apporto di flavonoidi antiossidanti, fra cui il resveratrolo presente sulla buccia, il quale previene la perossidazione delle molecole deputate al trasporto del colesterolo e acidi grassi.
Il resveratrolo dell'uva ha proprietà antinfiammatorie ed ipocolesterolemizzanti.

Sulla buccia sono presenti anche antocianina e proantocianidina.


I polifenoli contenuti contribuiscono al mantenimento della pelle sana ed elastica diminuendo il degrado del collagene e dell'elastina.


Differenze fra uva bianca e uva rossa o nera

Fra uva bianca e rossa o nera ci sono poche differenze dal punto di vista nutrizionale.
La differenza più sostanziale è nel contenuto di flavonoidi e ferro che sono presenti in proporzione maggiore nell'uva rossa, mentre l'uva bianca risulta essere più diuretica, ma anche più zuccherina.


L'uva è depurativa per il fegato

L'uva ha una potente azione depurativa sul fegato perché gli antiossidanti, le vitamine A e C in essa presenti aumentano la solubilità di tossine accumulate nel fegato.

Esiste un'antica cura dell'uva chiamata "ampeloterapia", si tratta di una dieta depurativa che ha come obiettivo la stimolazione diuretica e dei reni, stimolazione delle vie biliari, del fegato e dell'intestino.


Effetti benefici sulla salute

L'uva fa bene per:
- emorroidi: la ricchezza di flavonoidi e vitamine rinforzano i capillari e il rivestimento delle pareti venosi;
- pressione arteriosa: con la sua azione diuretica favorisce l'abbassamento della pressione alta;
- stitichezza: stimola l'evacuazione aumentando la peristalsi dell'intestino ed è indicata contro la stitichezza perché ha un'elevato contenuto di acqua;
- pelle e capelli: il contenuto di vitamine del gruppo B agevolano la produzione di collagene ed elastina, favorisce la cicatrizzazione dei tessuti, ha azione antinfiammatoria e anti radicali liberi. Grazie alla presenza di acidi ha azione levigante e schiarente sulla pelle e può essere usata per fare delle maschere a tale scopo;
- ritenzione idrica e cellulite: per i suoi effetti diuretici e depurativi è efficace ed indicata per contrastare la ritenzione idrica e la cellulite.


Informazioni e curiosità

Quando si sceglie l'uva si deve fare attenzione agli acini, che devono essere maturi, di colore uniforme e ben attaccati al gambo e alle ramificazioni. Anche il gambo deve essere verde.

Non scegliere l'uva in cui sono presenti acini molli o ammuffiti; inoltre l'uva deve avere una patina opaca biancastra sulla buccia, che è prodotta dal frutto per proteggersi dal calore e ne indica la freschezza.

Dai semi dell'uva, detti vinaccioli, si estrae a freddo un prezioso olio ricco di vitamina E che è ottimo per l'alimentazione; contiene acido linoleico, flavonoidi e i minerali quali calcio e fosforo.
Quest'olio è molto apprezzato anche in campo cosmetico per la cura della pelle e dei capelli.

Per la pelle si può beneficiare dell'uva fresca preparando una maschera fai da te con degli acini schiacciati, ottenendo una consistenza polposa alla quale si possono aggiungere altri ingredienti. La maschera all'uva è indicata per pelli impure e con acne, per le macchie del viso e per purificare la pelle.

Effetti collaterali dell'uva e controindicazioni

L'uva esercita una stimolazione della peristalsi a livello dell'intestino ed è diuretica, contiene cellulosa nella buccia, quindi mangiarne troppa o in abbinamento di altri cibi con le stesse caratteristiche può dare effetto lassativo e/o aerofagia.
Inoltre i semi dell'uva non vanno ingeriti se si soffre di diverticolite perché come tutti i semi, in questi casi possono infiammare i diverticoli.

Non è molto indicata per i diabetici per il suo alto indice glicemico.
E' da evitare in chi soffre disfunzioni renali.
Per i bambini piccoli al di sotto dei 5 anni è da dare con parsimonia, potrebbe essere difficile da digerire.


"Gli uomini discutono, la Natura agisce." (Voltaire)

Tags:

Rispondi

Torna a “Alimenti e proprietà nutrizionali”