Alimenti e Vitamine per la salute dei capelli

Tutto quello che può interessare sapere sulle sane abitudini alimentari, lo stile di vita e la salute.
Rispondi
Avatar utente
greensoul
Sostenitore Senior
Messaggi: 281
Iscritto il: 16/02/2016, 5:07

Alimenti e Vitamine per la salute dei capelli

Messaggio da greensoul » 04/10/2017, 3:08

Vitamine_per_i_capelli.jpg
Vitamine_per_i_capelli.jpg (61.72 KiB) Visto 537 volte
Da cosa sono formati i capelli

Il capello si struttura in tre parti: stelo o fusto, radice e bulbo.
Lo stelo è la parte più visibile ed esterna al follicolo con uno spessore medio nell'adulto 65-78 micron.
La radice interna al follicolo è collocata nel derma fra l'ostio del follicolo e l'attacco inferiore del muscolo erettore del pelo.
Il bulbo che è più in profondità della radice, nella parte più profonda e inferiore del follicolo, contiene 2 o 3 file di cellule sovrapposte a veloce riproduzione che costituiscono la matrice.
Le cellule della matrice sono le uniche cellule germinative.
Sono le cellule della matrice che riproducendosi spingono in alto quelle formatesi precedentemente. Durante la risalita avviene il "processo di cheratinizzazione" in cui le cellule elaborano internamente la cheratina che le rende più rigide.

Sopra le cellule della matrice sono presenti dei melanociti che svolgono la funzione di dare il colore ai capelli immettendo la melanina.

Sezionando il capello si possono osservare: la cuticola, la corteccia ed il midollo.
Struttura_capello.jpg
Struttura_capello.jpg (27 KiB) Visto 537 volte
La cuticola, la porzione più esterna, è formata da una sola fila di cellule sottili e trasparenti di spessore medio tra 0,2-0,5 micron; sulla radice le cellule sono disposte in fila verticale; nel fusto sono oblique (a "scaglie").

La cuticola essendo la parte più esterna è sottoposta per prima ai danni i caso di trattamenti non adeguati o stress ambientali (shammpoo aggressivi, tinture, permanenti, spazzolature ecc...).

Sotto la cuticola vi è la corteccia, formata da cellule più grandi (lunghe circa 90 micron e larghe circa 5 micron), disposte verticalmente in file parallele e contengono la melanina, pigmento colorato che dona il colore alla capigliatura, ma che diminuisce progressivamente con l'età avviando il processo di incanutimento (imbiancamento dei capelli).

Il midollo che è il più interno è formato invece da cellule posizionate a colonna, distanziate fra loro e di forma arrotondata.
struttura_del_capello.png
struttura_del_capello.png (98.3 KiB) Visto 537 volte
Chimica del capello

Il capello è composto da: acqua, cheratina, lipidi, minerali e pigmenti.

L'80% circa del peso del capello è dovuto alla presenza di proteine (polimeri di aminoacidi) fra cui la principale è la cheratina.
La cheratina è la proteina che si trova nella corteccia del capello ed è formata da 18 aminoacidi fra i quali: cisteina, cistina, serina, acido glutammico, glicina, treonina, arginina, valina, leucina, isoleucina.

Gli aminoacidi più presenti nella cheratina sono: la cistina (17,5%) , la serina (11,7%) , l'acido glutammico (11,1%), la treonina (6,9%), la glicina (6,5% ) ed infine l'arginina (5,6% ).

La maggior quantità di cheratina è di tipo fibroso ed a basso contenuto di zolfo, è insolubile in acqua, ma può essere deformata dal vapore acqueo (es. durante la messa in piega).

La cheratinizzazione dei capelli è regolata da: ormoni, vitamine, fattori genetici e metabolici.
Poiché la struttura chimica del capello è formata anche da lipidi (trigliceridi, fosfolipidi, colesterolo, squalene, acidi grassi liberi e cere) eventuali problemi di sintesi del colesterolo e degli acidi grassi possono alterare la cheratinizzazione creando difetti nel fusto.

Una funzione fondamentale nella struttura chimica del capello è svolta dai minerali e oligoelementi: ferro, magnesio, zinco, rame.
Una carenza di questi elementi comporta un indebolimento del fusto e un rimpicciolimento dei bulbi.

I pigmenti sono formati dalle melanine (molecole colorate), insolubili in acqua, ma solubili negli acidi forti e acqua ossigenata che è in grado di decolorarli.

La melanina che viene sintetizzata nei capelli è di due tipi: l'eumelanina (pigmento scuro che si trova nei capelli neri) e la feomelanina (pigmento chiara che si trova nei capelli biondi o rossi).

Il capello è costituito principalmente dai seguenti elementi chimici: carbonio (45% ), ossigeno (28%), azoto (15% ), idrogeno (6,7% ) e zolfo (5,3%).

Gli oligoelementi presenti sono: Calcio (Ca), Magnesio (Mg), Stronzio (Sr), Boro (B), Alluminio (Al), Silicio (Si), Sodio (Na), Potassio (K), Zinco (Zn), Rame (Cu), Manganese (Mn), Ferro (Fe), Argento (Ag), Oro (Au), Mercurio (Hg), Piombo (Pb), Molibdeno (Mo), Iodio ( I ), Potassio (P), Selenio (Se).
La composizione specifica degli oligoelementi varia da persona a persona.


Vitamine necessarie per la salute e la bellezza dei capelli

Se si hanno capelli sfibrati, indeboliti, facili a spezzarsi e con una cospicua caduta, la causa potrebbe essere una mancanza di vitamine o minerali.

Le vitamine più importanti per una buona salute dei capelli sono: vitamine del gruppo B, vitamina E, vitamina A, vitamina C, vitamina F e K.

Fra le vitamine del gruppo B, la più importante per i capelli è la B5 (acido pantotenico) che è una vitamina necessaria per la rigenerazione del follicolo pilifero e quindi per la crescita dei capelli. La vitamina B5 migliora la cute e rende i capelli più sani. La sua carenza potrebbe comportare una perdita maggiore di capelli e una maggiore quantità di capelli bianchi.

Altra vitamina del gruppo B è la B9 (acido folico) che aiuta a prevenire l'incanutimento dei capelli.
In generale tutte le vitamine del gruppo B sono importanti per mantenere una capigliatura sana in quanto sono vitamine che intervengono nella sintesi proteica o dei lipidi e in altri processi metabolici coinvolti anche nella formazione della struttura del capello come la vitamina B2 che è necessaria per la sintesi delle proteine quali la cheratina.

La vitamina E combatte i radicali liberi e previene la rottura e la caduta dei capelli.

La vitamina A è nota contro l'invecchiamento della pelle ed è anch'essa fondamentale nel contrastare gli effetti negativi dei radicali liberi. Ha un ruolo come coenzima nella sintesi della cheratina. Aiuta a mantenere il cuoio capelluto in salute. Una sua carenza potrebbe dare segni di capelli sfibrati e secchi.

La vitamina C è importante per la crescita dei capelli e contro il processo di invecchiamento.

La vitamina F (che è un gruppo di sostanze) fornisce gli acidi grassi essenziali che contrastano forfora secca e mantengono i capelli morbidi.

La vitamina K è indirettamente implicata nella salute dei capelli, infatti garantisce il corretto apporto di sangue a tutti i tessuti compreso il cuoio capelluto che necessita di essere ben irrorato per ricevere tutti i nutrienti. Inoltre ha funzione antibatterica sul cuoio capelluto.


I Minerali più importanti per i capelli

Fra i minerali che determinano la bellezza e la robustezza dei capelli ci sono:
- zolfo: fondamentale per la cheratina che rende i capelli più forti (è contenuto in aglio, cipolla, cavoli, cavoletti di bruxelles, miglio, germe di grano, legumi, uova, carne, pesce formaggi);
- magnesio: dà vitalità alle fibre dei capelli (si trova nelle verdure a foglia verde, carciofi, spinaci, bietole, cereali integrali, frutta secca quali noci, mandorle, pistacchi, arachidi, nei legumi come lenticchie e fagioli);
- ferro: è importante per l'ossigenazione dei tessuti (fegato d'oca, legumi, muesli con frutta secca e fresca, germe di grano, cioccolato fondente, cacao amaro, nocciole, mandorle, carruba);
- zinco: rende i capelli più morbidi (è contenuto in avena e germe di grano, legumi, nei semi di zucca e di girasole, lievito, cacao) ;
- rame: aiuta a mantenere il colore più denso ed omogeneo (è contenuto in noci di macadamia, miglio, orzo, avena, uvetta, noci, nocciole, arachidi, germe di grano, cacao, lenticchie, salmone).


Alimenti che aiutano a mantenere i capelli sani

Una dieta equilibrata è sufficiente per la salute di capelli, pelle ed unghie.
In particolare gli alimenti che contengono le vitamine di cui abbiamo parlato sono:

- vitamina B5: lievito di birra, cereali integrali, noci, uova, fegato di manzo, pollo;
- vitamina E: avocado, olio di germe di grano, mais, girasole, soia, broccoli, prugne, spinaci, asparagi, mele, mirtilli, banane, carote;
- vitamina A: carote, pomodori, albicocche, radicchio, uova, latte, burro, verdure di colore arancione;
- vitamina C: agrumi, kiwi, ananas, fragole, papaia, cetrioli, cavoli, cipolla, avocado, spinaci, radicchio, lattuga, peperoni, cavoli, cavolfiori, broccoli;
- vitamina F: olio di lino, olio di noci, olio di girasole, olio di cartamo, olio di oliva e di soia, olio di germe di grano, olio di borragine, semi di girasole, frutta oleosa, ribes nero;
- vitamina K: ortaggi a foglia verde (spinaci, asparagi, broccoli, cavoli, cavolfiore, piselli, crescione), fagioli, olive, soia, cereali, colza, prodotti caseari.



Tags:

Rispondi

Torna a “Cibo, Salute e Stili di vita”