Aumentare il progesterone con il cibo

Tutto quello che può interessare sapere sulle sane abitudini alimentari, lo stile di vita e la salute.
Regole del forum

Consulta le regole
Rispondi
Avatar utente
greensoul
Sostenitore Senior
Messaggi: 708
Iscritto il: 16/02/2016, 5:07
Contatta:

Aumentare il progesterone con il cibo

Messaggio da greensoul » 05/06/2019, 5:31

Aumentare_progesterone_con_cibo.jpg
Aumentare_progesterone_con_cibo.jpg (50.65 KiB) Visto 8003 volte
Il progesterone è un ormone steroideo prodotto dalle ovaie, dalla corteccia surrenale, dal corpo luteo e dalla placenta.
E' responsabile della preparazione dell'utero alla gravidanza e del mantenimento delle condizioni ottimali per portare avanti la crescita dell'embrione.
In età fertile la donna ha un bilanciamento fra estrogeni e progesterone che sono entrambi fondamentali per la regolarità del ciclo mestruale.
Mentre gli estrogeni raggiungono il picco dopo la fine delle mestruazioni ed innalzano il valore dell'ormone LH (luteinizzante) che serve a portare avanti l'ovulazione; il progesterone interviene quando l'ovulazione è conclusa ed il follicolo, da cui l'ovulo si è già staccato, ne stimola la maggiore produzione per preparare l'utero ad un'eventuale gravidanza.
I livelli più alti di progesterone si avranno da metà ciclo, nelle due settimane successive all'ovulazione, cioè quando l'ovulo è stato già rilasciato.
Ciclo_mestruale_ormoni.jpg
Ciclo_mestruale_ormoni.jpg (42.69 KiB) Visto 8000 volte
Quindi il buon funzionamento degli organi sessuali femminili dipende molto dall'equilibrio di questi due ormoni.
Molto spesso si osserva una tendenza ad iperestrogenismo e una carenza di progesterone che viene poi integrato in modo naturale, ma anche in questi casi l'alimentazione e lo stile di vita possono aiutare a mantenere un maggiore equilibrio e stimolare la produzione di progesterone.

Quali sono gli alimenti consigliati per aumentare il progesterone?

Fra i cibi e i nutrienti più indicati per regolare il progesterone e stimolarne la produzione ci sono:
- vitamina C;
- Vitamina E;
- L-arginina, che si trova in frutta secca, legumi, cereali e tuorlo d'uovo (si stima che 6mg al giorno aumenta il progesterone sierico nel 71% dei pazienti).
- Vitamina B6 (riduce i livelli di estrogeni nel sangue e aumenta la concentrazione di progesterone).
- Beta-carotene è indicato per migliorare i livelli di progesterone e la fertilità;
- Selenio contribuisce all'aumento di progesterone;
- Zinco è necessario per l'equilibrio ormonale, è un sostegno per la salute riproduttiva.

Altri accorgimenti per mantenere un buon equilibrio degli ormoni è introdurre nella propria dieta gli omega 3 e omega 6 e ridurre i grassi saturi.

Le uova e gli alimenti ricchi di zinco sono particolarmente consigliati per aumentare in modo naturale i livelli di progesterone.

Fra i fitoterapici naturali vi sono:
- l'igname selvatico ("Wild Yam" o "Dioscorea villosa", vite tuberosa simile alla patata dolce che contiene fitoprogestinici naturali, come la diosgenina e la dioscina che sono saponine riconosciute per i loro effetti positivi nel contrastare i disturbi premestruali, la menopausa, e i disturbi ormonali).
- Semi di Trigonella foenum-graecum (fieno greco) che contengono sapogenina steroidea (fitoprogestinici) precursori del progesterone;
- Vitex agnus castus (agnocasto): è molto utile per riportare l'equilibrio ormonale tra estrogeni e progesterone; in particolare i semi contengono un principio attivo che favorisce la produzione di progesterone.

Perché è importante mantenere buoni livelli di progesterone in età fertile?

Il progesterone oltre che al buon funzionamento degli organi sessuali femminili è importante per:
- proteggere dalle fibrocisti mammarie;
- mantenere la diuresi;
- aumentare la velocità con cui si bruciano i grassi per produrre energia;
- la funzione antidepressiva;
- equilibrare il rapporto fra zinco e rame;
- rimineralizzare le ossa;
- proteggere dal cancro alla mammella e all'endometrio.

Con la menopausa il progesterone tenderà a diminuire progressivamente fino ad azzerrarsi.

:!: Note: i consigli qui esposti non sono da considerarsi assolutamente un parere medico. Pertanto ogni situazione va sempre sottoposta al proprio medico che potrà dare le indicazioni corrette per un'opportuna integrazione alimentare.



Tags:

Booking.com

TuttoConoscenza
Utente registrato
Messaggi: 17
Iscritto il: 23/09/2019, 14:36
Contatta:

Re: Aumentare il progesterone con il cibo

Messaggio da TuttoConoscenza » 19/02/2020, 21:24

Per regolarizzare il metabolismo ormonale ed aumentare la fertilità, un ruolo fondamentale è svolto dall'Inositolo in particolare nella forma di Myo Inositolo.

Il Myo Inositolo è la forma attiva (uno stereoisomero) dell’Inositolo, conosciuto come vitamina B7. Si assume sia con il cibo che come integratore naturale ove necessita.

La sua assunzione apporta diversi benefici nella sfera psiconeurologica, ginecologica e in endocrinologia.

Che cos’è il Myo Inositolo?

Il Myo Inositolo è uno zucchero alcolico (un poliolo), con una formula chimica simile al glucosio (C6H12O6), ma con una struttura diversa. In realtà non è una vera e propria vitamina, ma una “simil-vitamina” che viene sintetizzata dal corpo e assunta attraverso gli alimenti.

Mio Inositolo a cosa serve?

L’inositolo è un elemento importante per diverse funzioni biologiche.

E’ implicato nei processi neurologici, cellulari ed è necessario al fegato dove vi è maggiore concentrazione. Si è scoperto inoltre, che il Myo Inositolo ha un ruolo importante nella regolazione ormonale ed in ambito ginecologico è usato come integratore per chi soffre di Sindrome dell‘Ovaio Policistico (PCOS).

Myo Inositolo proprietà

Le principali proprietà dell’Inositolo sono:
  • produzione di lecitina che serve a pulire le pareti interne delle arterie e ridurre il colesterolo;
  • controllo dei lipidi nel sangue e nel fegato da dove vengono trasferiti alle cellule a secondo del fabbisogno;
  • contrasta la steatosi epatica (malattia del fegato grasso);
  • depura l’organismo;
  • rende più efficienti i mitocondri cellulari;
  • contrasta il deterioramento delle cellule nervose e favorisce la memoria;
  • regola i livelli di serotonina diventando un valido aiuto contro ansia e depressione;
  • equilibra il metabolismo;
  • regola i processi legati alla produzione di insulina ed è utile contro ipoglicemia e diabete gestazionale;
  • è utile per la regolarità del ciclo mestruale e dell’ovulazione riducendo gli ormoni maschili e le cause della Sindrome dell’Ovaio Policistico;
  • favorisce la crescita dei capelli, rinforza il cuoio capelluto e contrasta la calvizie.
Inositolo in gravidanza

Poiché l’inositolo equilibra il sistema ormonale legato alla fertilità della donna, è ritenuto molto utile anche per aumentare le probabilità di una gravidanza.

I medici dopo un’attenta valutazione, consigliano alle donne in cerca di gravidanza, una cura di acido folico, Myo Inositolo e D-chiro-inositolo.

Infatti la vitamina B7 risulta efficace nel migliorare la fertilità agendo sul ciclo ovulatorio e sulla produzione di progesterone, favorendo di conseguenza la possibilità di una gravidanza spontanea anche nelle donne affette da Ovaio Policistico e di età superiore ai 35 anni.

Il medico può consigliare di assumere integratori di Inositolo anche durante la gravidanza, per diminuire il rischio di malattie come il diabete gestazionale e malformazioni del tubo neurale del feto, come la spina bifida.

Altri approfondimenti alla pagina: Myo Inositolo Integratore naturale


"It From Bit - La realtà origina dall'informazione" - (John Archibald Wheeler)

Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Cibo, Salute e Stili di vita”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 1 ospite