Ortica: proprietà, benefici e utilizzi

Tutto quello che c'è da sapere sui valori nutritivi e i benefici degli alimenti.
Regole del forum
Immagine Immagine
Rispondi
Avatar utente
Bioeco
Amministratore
Messaggi: 290
Iscritto il: 03/02/2016, 20:49
Contatta:

Ortica: proprietà, benefici e utilizzi

Messaggio da Bioeco » 25/03/2016, 20:15

L'Ortica (Urtica dioica) appartiene alla famiglia delle Urticaceae e contiene: flavonoidi, cumarina, acidi fenolici, tannini, polisaccaridi, minerali (calcio, potassio, ferro e silicio) e vitamine A e C .
Poiché è ricca di acido folico e ferro, è utilizzata in caso di anemia, artrite, cistite e diarrea.

Si utilizzano principalmente le foglie e le radici secche. Le foglie contengono molta clorofilla (il colore verde del mondo vegetale), la cui composizione chimica è molto simile a quella dell'emoglobina del sangue, ciò conferisce alla pianta una spiccata proprietà anti-anemica. Inoltre le foglie hanno un’azione tonica, depurativa e diuretica, alleviano i disturbi urinari e i dolori articolari.

Il succo di ortica che contiene di tannini dall'azione astringente, è indicato anche in caso di diarrea cronica, colite, ulcere, anemia, gotta, ipertrofia prostatica e flusso mestruale abbondante.
Si ottengono buoni risultati del suo impiego nei disturbi degli organi dell’apparato digerente, grazie alla sua attività digestiva, perché contiene piccole quantità di cretina, un ormone prodotto da alcune cellule del nostro intestino, che stimola la secrezione del succo pancreatico e la motilità dello stomaco e della cistifellea: l'ortica facilita così la digestione e migliora la capacità di assimilare i cibi.

Riassumendo, le principali proprietà dell'Ortica sono:
- diuretiche;
- depurative;
- disintossicanti;
- anti-anemiche;
- antinfiammatorie.

La pianta possiede anche proprietà vasocostrittrici (contrae i vasi sanguigni) ed emostatiche (arresta le emorragie), quindi è impiegata specialmente nei casi di emorragie nasali e uterine.

L'Ortica ha una grande capacità di alcalinizzare il sangue e facilita l'eliminazione dei residui acidi del metabolismo, che sono strettamente legati a malattie come la gotta.

E' impiegata anche come rimedio contro riniti allergiche, reumatismi e artriti poiché inibisce i processi infiammatori che causano i distrubi.

Recenti studi scientifici inoltre hanno messo in luce buone proprietà antidiabetiche dell'Ortica.
I risultati su 20 studi condotti sia su animali che sugli uomini hanno dimostrato che l’utilizzo di ortica ha un effetto ipoglicemizzante con effetti benefici in caso di diabete di tipo 2.
È altresì dimostrato in laboratorio che l’estratto di radice di Ortica svolge un’azione antitumorale, in particolare contro il tumore alla prostata.
I benefici per la prostata sono stati documentati da svariati studi. Pare che l’Ortica abbia la capacità di inibire l’azione di alcuni enzimi che svolgono un ruolo diretto sui fattori pro-infiammatori di questo organo.

L'Ortica per uso esterno e cosmetico

Per uso esterno ha effetto emolliente, grazie al quale viene impiegata nel trattamento delle malattie croniche della pelle, specialmente in caso di eczemi, eruzioni cutanee e contro l'acne, pulisce, rigenera e rende più bella la pelle.

E' molto impiegata nei prodotti per i capelli in quanto è utile contro l'alopecia, svolgendo un’azione stimolante della circolazione cutanea.
Shampoo e lozioni all'Ortica sono indicati anche contro i capelli grassi e forfora.

Modalità d'uso
Oltre al succo già pronto e a svariate tisane a base di Ortica, si può preparare anche un infuso con 1 cucchiaio pieno di foglie di Ortica e 1 tazza d’acqua bollente.

Si versa l’Ortica nell'acqua bollente, si copre e si lascia in infusione per 10 minuti.

Si filtra l’infuso e si beve lontano dai pasti per ottenere un'azione remineralizzante, antianemica, depurativa e diuretica.


Controindicazioni dell'Ortica

Si sconsiglia l'assunzione dell'Ortica durante la gravidanza poiché stimola la motilità dell'utero.
Si ricorda che la pianta è ricoperta da una peluria urticante che può causare allergia e irritazioni.
Infine, date le proprietà diuretiche, se ne sconsiglia l'uso in concomitanza con farmaci diuretici.

Notizie sulla storia dell'Ortica

Il nome ortica deriva dal latino "urere" che significa “bruciare” in riferimento ai suoi peli urticanti. Le sue proprietà si conoscevano già nell'antichità. Castore Durante, ad esempio, nel suo “Herbario Nuovo” (1585), dopo aver detto: “E’ così notissima pianta l’ortica, che si conosce da ciascuno fino nella notte oscura”, elencò una vastissima quantità di “virtù di dentro” e di “virtù di fuori”.

Dalla pianta in Germania si ricavavano anche delle fibre tessili, usate in Europa durante la prima guerra mondiale. 
Oggi sono ancore impiegate da popolazioni primitive dell’Asia settentrionale, che ne ricavano un rozzo tessuto, praticamente indistruttibile. In molte tradizioni popolari appartenenti a tutta l'Europa centrale, si crede che una pianta di ortica allontani i fulmini se gettate nel focolare.

Anche in passato si usava flagellare con l'ortica le parti doloranti del corpo affette da dolori reumatici, perché stimolava benefiche reazioni. Questo non deve stupire se si pensa che i reumatismi vengono curati anche con la puntura delle api. Altre credenze popolari sostengono che portare con sé una pianta di ortica allontani influssi negativi.
Ortica.jpg
Ortica.jpg (48.32 KiB) Visto 908 volte


(Fonti bibliografiche web:
- viversano.net;
- cure-naturali.it)


"Gli uomini discutono, la Natura agisce." (Voltaire)

Tags:

Rispondi

Torna a “Alimenti e proprietà nutrizionali”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti